Novità

Spazzolino con protezione antibatterica
Dove Acquistare
Storie

La mia inclinazione? Le arti visive che emozionano

Storia di Emanuela, videomaker vincitrice dell’Urban Bootcamp by tau-marin.

Ha trent’anni, è di Milano e ama l’arte in ogni sua forma. Si chiama Emanuela Giurano ed è un’appassionata ragazza che, grazie alla sua inclinazione per le arti visive che emozionano, ha vinto l’Urban Bootcamp by tau-marin nella categoria videomaking.

Il suo lavoro, un documentario sincero e toccante, ha emozionato non solo Federico Romanello, il tutor del gruppo videomaking, ma l’intera giuria che ha trovato nella storia dello skater “Ragno” tutta l’essenza del rapporto padre e figlio e la bellezza della trasmissione di un’inclinazione che diverte e arricchisce. E che è un vero e proprio modo di vivere all’insegna della condivisione e del fare gruppo.

Non potevamo dunque non incontrarla e ascoltare tutta la sua storia.

"Ho deciso di partecipare all'Urban Bootcamp con un video diverso. Ne avevo tanti riguardanti trick dei miei amici. Ma qualcosa non mi convinceva, desideravo fortemente raccontare una bella storia."

Ciao Emanuela e complimenti ancora per la vittoria, ti va di raccontarci qualcosa di te?

Mi chiamo Emanuela e sono una trentenne di Milano che ama l'arte in ogni sua forma, dalla musica alla fotografia, dal videomaking al teatro. Amo anche Milano, dove abito. Penso sia una città completa che offre un sacco di possibilità per uno skater che ha un’inclinazione per le arti. Ma mi piace anche scappare “dalla mia city”. Per viaggi, esplorazioni o lavoro. Ogni fuga è linfa vitale per me.

Parlaci della tua inclinazione per lo skateboarding. Quando e come è nata?

La passione per lo skateboarding è nata diversi anni fa. Sin da giovane ho sempre frequentato questo mondo perché mi occupavo di scattare foto a eventi. Poi, qualche anno fa, sempre come fotografa, mi sono avvicinata a questa disciplina più seriamente, seguendo eventi di skate, ma anche allenamenti in skatepark. E poi… beh, è salita la voglia di skateare. Ho recuperato una vecchia tavola che avevo e l'ho sistemata con nuovi trucks e ruote, mi son fatta dare qualche dritta da nuovi amici skaters conosciuti in bowl e ho iniziato. Avendo poco tempo per allenarmi, ho molto da imparare ancora, direi tutto, ma sto provando a ritagliarmi più tempo per la mia inclinazione.

Oltre a essere skater, sei anche videomaker. E questa inclinazione quando e com’è nata?

Anche la mia inclinazione per le arti visive è nata da giovane, direi da bambina addirittura. Ho iniziato a scattare fotografie molto presto e questa passione è sempre stata viva. Sin dalle scuole superiori ho seguito molti corsi di fotografia, a cui poi ho aggiunto quelli di videomaking per trasmettere emozioni anche con immagini in movimento.

Com’è stato partecipare all’Urban Bootcamp?

Partecipare all'Urban Bootcamp è stato super! Ho detto sì fin da subito, anche se temevo che fosse un concorso per skaters o videomaker professionisti. Tra una cosa e l'altra mi son ridotta all'ultimo a creare il mio video, ero indecisa su due/tre opzioni. Poi ho seguito l’istinto, mi sono decisa e in pochi giorni ho girato e montato tutto. Nel mentre vedevo i video che gli altri partecipanti caricavano sul gruppo Telegram dedicato e non ero molto convinta di caricare il mio. Il loro livello mi sembrava altissimo. Tuttavia, alla fine, spronata anche da un caro amico e collega che mi ha detto di credere nella storia che avevo scelto, l'ho caricato anche io... e ho fatto bene!

Cosa vi piace dello spazzolino Urban Edition tau-marin?

La cosa che ci ha colpito di più dell’Urban Edition, sin dall’inizio (abbiamo, infatti, avuto la fortuna di poter assistere alla sua creazione), è l’estetica fuori dai canoni del mercato. Questo spazzolino è un oggetto iconico interpretato con materiali e colorazioni che difficilmente si vedono nel mercato dell’igiene orale. Sembra che voglia trasmettere il messaggio “sono differente dagli altri” concetto che troviamo adattissimo al mondo dello Skateboarding.

"Lo spazzolino Urban Edition è semplicemente bellissimo, per noi skaters e non solo! Amo i suoi colori, mi piacciono le setole inclinate e anche che sia fatto al 75% di materiali riciclati. E non solo: amo che sia stato progettato da Mattia Turco, uno skater e artista che stimo molto."

Ci racconti qualcosa del tuo elaborato?

Ho deciso di partecipare all'Urban Bootcamp con un video diverso. Ne avevo tanti riguardanti trick dei miei amici. Ma qualcosa non mi convinceva: desideravo fortemente raccontare una bella storia. Sono appassionata di reportage e documentari e, quindi, ho deciso di seguire questa mia inclinazione e svilupparla. Ed ecco che è nata la storia di “Ragno”.

Dall’iscrizione alla conclusione, qual è la fase dell’Urban Bootcamp che più ti ha emozionata?

Il momento più emozionante è stato ricevere l’email che mi comunicava della vittoria! Pensavo fosse stato un errore. Ero incredula… mi ha reso mega felice! Ma non solo: è stato anche bello avere uno skater che si è concesso e si è fatto intervistare e riprendere, credendo in me e nel mio progetto. Ed è stato magnifico essere in un gruppo Telegram in cui scambiarsi pareri e consigli. Grazie Urban Bootcamp! Grazie tau-marin!

Cosa ti piace dello spazzolino Urban Edition tau-marin?

Lo spazzolino Urban Edition è semplicemente bellissimo, per noi skaters e non solo! Adoro i suoi colori, mi piacciono le setole inclinate e anche che sia fatto al 75% di materiali riciclati. E non solo: amo che sia stato progettato da Mattia Turco, uno skater e artista che stimo molto.

Scopri le nostre storie di inclinazioni
Alessandro, un mix di inclinazioni “pop”
Una vita che è un mix tra cultura pop e mondo geek, ecco la storia... Continua a leggere
L’inclinazione a tutta musica di Nicolò
Storia di Nicolò, produttore musicale, chitarrista e sound engineer, nonché vincitore della sezione musica dell’Urban... Continua a leggere